MOSTRA: LA GIOSTRA E’ FERMA, Giovedì 31 Gennaio ore 19.00, Bar il Palio.

ImmagineIn questa piccola mostra abbiamo chiesto a quattro amici, quattro giovani artisti senesi che si affacciano adesso sul panorama cittadino, di indagare sul Palio e mostrarlo sotto una luce inedita e spesso celata.
Nella fattispecie le opere esposte vogliono svelare l’altra faccia della Festa, quella meno gloriosa e glorificata, quella intima e forse più pura. Cosa rimane sospeso e quasi immobile tra l’ultimo giro d’agosto e le Carriere dell’anno seguente? Cosa resta di quel carosello di luci, voci e suoni che veste e investe la città colorandola due volte all’anno della sua essenza inconfondibile?
E’ in questa direzione che si sono dunque mosse quattro espressioni artistiche differenti, quattro diverse prospettive che mostrano lo spirito principale della città, il suo dualismo e la forza dialettica che ne è il primo motore. Come se ogni cosa, ogni persona, ogni luogo oscillasse inevitabilmente fra buio e luce, suono e silenzio.
Proprio i luoghi in primis, animati d’estate e che adesso si svuotano, si spogliano della loro carica liturgica. Accade in un attimo, quando la Piazza improvvisamente tace i suoi clamori e nella notte del Palio le fiaccole sui merli preannunciano i mesi della quiescenza. Come il Cortile del Podestà, tempio inviolabile per quattro giorni e che invece dal mattino seguente la corsa torna ad accogliere inconsapevoli turisti e farsi anonimo ‘entrone’ medievale.
Gli oggetti poi: le armi che sfilano nel Corteo Storico, quelle vere dell’antica Repubblica e quelle figurate come le bandiere, i tamburi battenti ad annunciare la prossima guerra sul tufo giacciono ora riposte nella gelosa intimità di piccole stanze, così lontane dalla grandezza assordante del tramonto di fine agosto.
Da ultimo le persone in carne e ossa, gente comune come noi pervasa in quegli attimi dal furore orgiastico, avvolta dalle proprie grida e che ora invece si raccoglie in un vocio silenzioso, tra chiacchiere amicali e qualche canto posato ma sincero che omaggia Siena nelle sue notti d’inverno.
Sembra dunque che tutto si allontani e divenga opaco, benché nelle interiorità di ognuno stia ancora impressa quell’immagine viva, come fosse la nostra radiografia più vera e che mostra ciò che più di tutto è espressione di vitalità e foga: il cavallo e la sua corsa. L’animale che più di tutto è sguardo immediato all’estate prossima, al tempo che fugge e che nel proprio istinto libero rivela il volto stesso del Palio, attimale e già trascorso. Adesso anch’egli attende mansueto e la sua corsa riposa, nascosta nel nostro mondo interiore.
La giostra è ferma dunque, ed è su questa stasi che gli artisti puntano i riflettori. Le loro espressioni estetiche paiono riassumere infine proprio una sorta di silenzio, “il silenzio del Palio” inteso come soffocamento dolce che opprime la città e l’addormenta quasi , la libera dal suo gioco titanico per mesi e mesi che paiono eterni. Le giornate si accorciano e i lampioni vanno piano accendendosi. Riaprono le scuole e sembra impossibile che un giorno torni la terra in Piazza, e i tramonti alle nove e mezzo di sera. Le contrade si abbuiano e così i loro bracciali di legno appesi ai muri. Le bandiere tolte dai balconi.
Resta l’attesa. E la contemplazione di immagini come queste, che da sole riescono a evocarla e a tradurre al meglio sensazioni e sogni.

Annunci

Un pensiero su “MOSTRA: LA GIOSTRA E’ FERMA, Giovedì 31 Gennaio ore 19.00, Bar il Palio.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...