J.S. BACH, VARIAZIONI GOLDBERG

Secondo il primo biografo di Bach, Johann Nikolaus Forkel, le Variazioni Goldberg furono composte per il conte Hermann Carl von Keyserlingk, ambasciatore russo a Dresda, il quale chiese a Bach di comporre per il suo talentuoso clavicembalista Johann Gottlieb Goldberg della musica “delicata e spiritosa”, che sarebbe stata eseguita per allietare le numerose notti insonni del conte. Nonostante si nutrano seri dubbi sulla veridicità del racconto di Forkel, l’opera, pubblicata tra il 1741 e il 1742 con il titolo Aria con diverse variazioni, deve a Goldberg il nome con cui oggi è universalmente nota. Da tempo queste Variazioni sono entrate a far parte del repertorio pianistico, pur essendo composizioni per clavicembalo. Di seguito trovate due splendide interpretazioni eseguite su ambedue gli strumenti.

Annunci

2 pensieri su “J.S. BACH, VARIAZIONI GOLDBERG”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...