PROVATO PER VOI : ARTE SENZA VERTIGINI… di Francesca Rosini

Pochi giorni fa, a Milano, ha chiuso i battenti una delle installazioni artistiche più stupefacenti degli ultimi anni. L’Hangar Bicocca ha ospitato On space time foam, suggestiva opera dell’artista-architetto Tòmas Saraceno che ci ricorda molto le sperimentazioni degli anni ’60, sia per il materiale usato sia per il coinvolgimento ludico del pubblico. Ispirato dalla forma cubica dello spazio espositivo, l’artista argentino insieme al suo team ha realizzato una struttura fluttuante sollevata tra i 14 e i 20 metri di altezza, costituita da tre membrane in pvc che diventano tre livelli trasparenti e praticabili. Il cubo, forma geometrica spesso utilizzata dagli scienziati per rappresentare i concetti di spazio e tempo, ha influenzato Saraceno nella realizzazione di un’installazione in cui i movimenti dei visitatori rappresentano la variabile temporale, introducendo il tema della quarta dimensione all’interno dello spazio tridimensionale. Il titolo dell’opera On space time foam risale, come dice l’autore, a un concetto della meccanica quantistica sulle origini dell’universo che comprende l’idea di particelle subatomiche in rapidissimo movimento, in grado di causare mutamenti nella materia spazio-temporale. Saraceno, ispirandosi liberamente a queste teorie, ne rende visibile metaforicamente il funzionamento.

Ma On space time foam può essere letta secondo una molteplicità di livelli che lasciano libero il pubblico di interpretarla secondo la propria personale sensibilità: dispositivo che mette in discussione le certezze percettive, elemento che modifica l’architettura che lo ospita, struttura che rende visibili le interrelazioni tra le persone con lo spazio, utopico tentativo di superare le leggi di gravità e, perché no, espressione ludica. Puro divertimento. A meno che non soffriate di vertigini.

 

sarac1

 

FOCUS ON: L’AUTORE

Tòmas Saraceno nasce a San Miguel di Tucumàn (Argentina) nel 1973. Intraprende gli studi di Architettura e Arte iscrivendosi nel 2001 alla Städelschule di Francoforte e successivamente nel 2003 allo IUAV di Venezia. Nel giro di pochi anni Saraceno diventa uno degli artisti più richiesti nelle manifestazioni d’arte di tutto il mondo grazie alle sue installazioni visionarie solo in apparenza ludiche e immediate, in realtà legate a una riflessione profonda su alcune delle questioni cruciali della cultura contemporanea. L’artista si avvale di uno staff multiculturale e multidisciplinare composto da oltre 20 persone (chimici, architetti, ingegneri, artisti, tecnici del suono) che ricercano, progettano e realizzano, in perfetta sintonia, opere caratterizzate dall’utilizzo della tecnologia.  Questa cooperazione dà vita al superamento dei confini fra le discipline e alla ricerca di soluzioni e modalità sostenibili per l’uomo e per il pianeta. ( www.tomassaraceno.com )

sarac2

 

FOCUS ON: HANGAR-BICOCCA

Ex stabilimento industriale, è stato riconvertito nel 2004 in un vasto spazio dedicato alla produzione, esposizione e promozione dell’arte italiana e internazionale. Tutte le mostre e gli eventi presentati da Hangar-Bicocca si distinguono per il loro carattere di ricerca e sperimentazione, con un’attenzione particolare a progetti site-specific. Esposizioni sorprendenti e innovative unite all’ambiente suggestivo: da vedere assolutamente nella vostra prossima gita milanese. (www.hangarbicocca.org )

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...