F.J. HAYDN, SONATE PER PIANOFORTE

Anche nel comporre musica per pianoforte Haydn non difettò mai della sua vena creativa e innovativa. Sebbene dovesse comporre per l’estensione  relativamente limitata del fortepiano o dei primi prototipi di pianoforte, la sua immaginazione non aveva confini e la sua musica si adatterà naturalmente al colore e all’ampiezza del moderno pianoforte gran coda. Le sue Sonate per pianoforte rispettano meno i dogmi formali rispetto a quelle di Mozart e sotto alcuni aspetti si possono considerare fonte d’ispirazione per Beethoven. Come in altre sue grandi composizioni, Haydn fa viaggiare le sue idee musicali attraverso un lungo e tortuoso cammino, a tratti mozzafiato, che tocca una vastissima gamma emotiva dai diversi caratteri. Hoboken, nel suo catalogo della produzione di Haydn, elenca 52 Sonate per pianoforte (Christa Landon ne calcola 62, sebbene alcune siano rappresentate da soli frammenti). Le ultime quattro Sonate (per Hoboken nn. 49-52 e per Landon nn. 59-62) sono impareggiabili esempi del genio di Haydn, ma anche le prime Sonate non sono da meno: quella in do minore (Hoboken 20/Landon 33) contiene un sublime movimento lento, mentre il finale della Sonata in mi minore (Hoboken 34/Landon 53) è un gioiello di arguzia e varietà.

Hob. n. 20:

Hob. n. 49:

Hob. n. 51:

Annunci

Un pensiero su “F.J. HAYDN, SONATE PER PIANOFORTE”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...