W.A. MOZART, IDOMENEO, RE DI CRETA

Idomeneo, terza delle quattro opere serie scritte da Mozart, è un ottimo esempio dell’alterna fortuna di cui un brano può godere in epoche differenti. Si tratta di uno dei capolavori operistici del XVIII secolo, summa di tutte le capacità del ventiquattrenne Mozart (gli venne commissionata nel 1781 per la stagione del carnevale di Monaco). Sfortunatamente il suo successo non fu duraturo, se si esclude un’esecuzione privata a Vienna nel 1786 per la quale Mozart apportò alcune modifiche. Da quel momento in poi l’Idomeneo cadde nel più completo oblio: fu eseguito solo di rado ed etichettato come totalmente antiquato. La sua riscoperta risale al XX secolo: dopo aver subito una pesante revisione, fu rappresentato a Glyndebourne nel 1951.

Il libretto, una revisione italiana di un testo francese del 1712 ancora esistente di Antoine Danchet, contiene diverse situazioni drammatiche che ispirarono il giovane Mozart: lo sbocciare dell’amore giovanile, l’imminente decesso dei genitori, la difficoltà di trovare un posto in un mondo ostile. Il prodotto fu incandescente: unendo le novità della tragédie-lyrique di Gluck alle proprie innovazioni musicali, maturate lavorando con un’orchestra della “innovativa” Mannheim nei primi mesi dello stesso anno, Mozart creò un’ineguagliabile cornice drammatica, la cui grandezza è resa vivida e umanizzata da splendido lirismo e avvincente passione.

Annunci

Un pensiero su “W.A. MOZART, IDOMENEO, RE DI CRETA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...