W.A. MOZART, CONCERTO PER PIANOFORTE N. 23

I concerti per pianoforte composti  da Mozart durante la maturità sono talmente innovativi e originali che ognuno di essi potrebbe formare un mondo a sé stante, senza dover essere collocato all’interno di un più vasto gruppo di opere. Il Concerto n. 23 in la maggiore (K488) propone una varietà tematica senza precedenti. Già solo il primo movimento, un microcosmo quasi di respiro sinfonico, possiede un gran numero di meravigliose linee tematiche tanto efficaci da dare la sensazione di poter essere sviluppate all’infinito. Anche l’orchestrazione si rivela originale: mancano oboi, trombe e timpani; l’intimità dell’atmosfera che ne risulta fa emergere i colori del clarinetto, che anticipano due opere ancor più diafane in la maggiore: il Quintetto per clarinetto e archi (K581) e il Concerto per Clarinetto (K622). Il fascino della delicatezza timbrica e la poesia di questo concerto si coniugano a un coerente aspetto formale e drammaturgico.

Annunci