W.A. MOZART, CONCERTO N.26 “INCORONAZIONE”

Con il completamento del  concerto K503 nel 1786, il prolifico periodo mozartiano nell’ambito dei concerti per pianoforte si andava concludendo. Ne scrisse solo altri due: il Concerto n. 26 in re maggiore (K537) “Incoronazione” e il Concerto n. 27 in si bemolle maggiore (K595). Anche il suo successo come organizzatore-compositore-solista si era esaurito, per cui Mozart si orientò verso altri generi compositivi a partire dal dicembre 1786.

Concepito per un concerto che avrebbe dovuto tenersi durante la Quaresima del 1788, il K537 deve il suo soprannome ad un evento successivo: Mozart lo eseguì a Francoforte nell’Ottobre 1790 per l’incoronazione di Leopoldo II. Purtroppo la parola “Incoronazione” fornisce un’indicazione fuorviante rispetto al carattere dell’opera. Questo concerto è il più snello tra tutti i lavori per orchestra del Mozart maturo e nel XIX secolo era il concerto eseguito con più frequenza, poiché la sua “leggerezza” possedeva una forte attrattiva. Ad ogni modo, oggi il gusto è cambiato e i richiami sfavillanti di un lavoro scritto per puro intrattenimento sono quasi sempre sottovalutati.

Annunci