W.A. MOZART, COSI’ FAN TUTTE

Non vi sono molte informazioni riguardo la stesura della terza opera del trittico che Mozart compose su libretti di Da Ponte. Così fan tutte è un sofisticato esercizio farsesco (incentrato sulla filosofia illuminista) nel quale il cinico Don Alfonso scommette con due soldati sulla fedeltà delle loro fidanzate, incoraggiandoli a travestirsi e a sedurre ciascuno l’innamorata dell’altro. Il libretto è il capolavoro di Da Ponte, perfetto per essere musicato, dove il dominio della forma si unisce alla bellezza sonora del testo nel quale si intuiscono le numerose influenze letterarie che portarono alla stesura. Così fan tutte può giustamente essere definito il più grande enigma operistico. In molti hanno evidenziato una divergenza di fondo nel modo in cui Mozart e Da Ponte vedevano le tribolazioni delle due giovani coppie; dall’altro la musica si sposta da una gustosa parodia dell’opera seria italiana ad alcune tra le espressioni emotive più appassionanti del compositore. L’ambiguità del finale lascia un dubbio che non verrà mai sciolto: torneranno gli innamorati ai loro rispettivi amori? Per queste ragioni, dietro un’apparente gradevolezza e placidità “mediterranea”, questa opera risulta essere la più crudele e scomoda mai scritta da Mozart.

Annunci

Un pensiero su “W.A. MOZART, COSI’ FAN TUTTE”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...